Festival di Venezia, ultimo giorno. Candidati alla vincita del Leone d’Oro e classificazione IMDb.

192

Volge al termine la settantatreesima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, più comunemente conosciuta con il nome di Festival di Venezia, più importante evento italiano riguardante quest’arte si concluderà tra poche ore, conosciamo insieme i film che potrebbero aggiudicarsi il premio più ambito del festival, il Leone d’Oro.

Brimstone” è la pellicola girata dal regista olandese Martin Koolhoven, a cui hanno partecipato Dakota Fanning, Guy Pearce e Kit Harington, noto soprattutto per l’interpretazione di Jon Snow in Game of Thrones. Ambientato nel vecchio west percorreremo un viaggio diviso in quattro capitoli, osserveremo le vicende che riguardano la lotta tra la giovane Liz ed il suo persecutore, un predicatore senza nome che ha l’obiettivo di punirla a causa della sua emancipazione dal potere maschile, visto come un terribile peccato (IMDb 7,6).

La La Land” quarto film girato dallo statunitense Damien Chazelle, il quale ha ingaggiato attori di un certo spessore tra cui Ryan Gosling, che in questo periodo è all’apice del successo, ed Emma Stone, i due impersoneranno rispettivamente un pianista jazz ed un’attrice, entrambi appena arrivati a Los Angeles per coronare finalmente i loro sogni, nascerà un profondo sentimento tra gli artisti, che sarà messo alla prova dalle diverse aspirazioni personali (IMDb 8,8).

Arrival” è il film di cui si è occupato Denis Villeneuve, regista canadese che ha in preparazione “Blade Runner 2”, con questo film è chiara la sua immersione nel genere fantascientifico, la trama si articola intorno alla storia di una linguista che avrà un ingaggio del tutto inaspettato, decifrare il linguaggio di visitatori extraterrestri sbarcati sulla terra (IMDb 8,9).

Jackie” del cileno Pablo Larraín, è un film biografico basato sulla vita della frist lady Jacqueline Lee Bouvier Kennedy Onassis, verrà dunque osservata da un nuovo punto di vista l’enigmatica vicenda su cui per anni hanno aleggiato teorie, la vicenda JFK (IMDb 8,3).

La luce sugli oceani” di Derek Cianfrance è un adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di M.L. Stedman. La storia è ambientata in un’Australia appena uscita dal primo conflitto mondiale, Tom e Isabell, una coppia di coniugi vive su di una piccola isola occupandosi del faro, dopo un naufragio gli sposi trovano una bambina superstite e decidono di prendersene cura integrandola nella loro vita felice e tranquilla, finché non entrerà in scena una figura femminile che si spaccia per la madre della piccola pronta a strappare la creatura ai protagonisti (IMDb 7,4).

Animali notturni” opera scritta e diretta da Tom Ford, la storia ruota intorno ad un misterioso manoscritto intitolato “Nocturnal Animals”, le vicende che riguardano l’enigmatico testo seguiranno anche una famiglia felice che si gode le vacanze, in entrambe le storie aleggerà continuamente un velo di mistero e di oscurità (IMDb 8,5).

Spira Mirabilis“, partorito dal genio degli italiani Martina Parenti e Massimo D’Anolfi risulta essere un viaggio attraverso diverse realtà con l’obiettivo di analizzare come esse sopravvivono al tempo, analizzando l’aspetto umano ed il rapporto che quest’ultimo ha con il passato e con il futuro (IMDb 5,7).

The Woman Who Left” scritto e diretto da Lav Diaz, ambientato nelle Filippine degli ultimi anni novanta dove la criminalità dilagante devastava la società, ripercorre la storia di una maestra di scuola che si ritrova a scontare una pesantissima pena a causa di un crimine che non ha mai commesso.

The Bad Batch” la cui regista è l’iraniana Ana Lily Amirpou, è un film che presenta un cast di alto livello tra cui spiccano le figure di Jim Carrey e Keanu Reeves, la storia riguarderà il terribile fato di una giovane donna attaccata da un gruppo di temibili cannibali, malgrado il suo destino sembri segnato ella riesce a liberarsi ed aiutata da un vagabondo riuscirà a rintracciare nuovamente coloro che hanno tentato di ucciderla (IMDb 6,5).

Une vie” di Stéphane Brizé”, il film è ambientato nella Francia del 1819, segue la storia di Jeanne, la quale ha passato la sua giovinezza in un convento, appena riesce a tornare nuovamente libera si ritrova sposata ad un visconte, uomo che ben presto si rivela non essere affatto il marito ideale, la donna si ritroverà dunque a riflettere sulle sue illusioni riguardanti una vita che non sarà mai la sua (IMDb 6,3).