Film Amleto – National Theatre Live

158

In occasione del quattrocentesimo anniversario dalla morte del poeta inglese William Shakespeare, arriva il film basato sulla storia di Amleto,tragedia tra le più note e scritta intorno al 1600.

La storia del poeta viene così rimessa in scena all’interno del National Theatre e vede come protagonista principale l’attore Benedict Cumberbatch. Il principe di Damimarca, il cui zio ha ucciso il padre, vede davanti i suoi occhi il matrimonio della madre con quest’ultimo e così compaiono i suoi dilemmi, la pazzia e infine la tragica fine.

Il teatro che ha ospitato per l’appunto la sceneggiatura del film, ha sicuramente contribuito a la buon riuscita della pellicola: difatti, questo palco è molto ampio e nella messa in scena si vede per l’appunto una parete dell’abitazione nobiliare. Diverse illuminazioni e le scelte della regia hanno anche permesso la ripresa per lo schermo.

Quindi, è possibile notare anche il cambiamento rapido di scena in scena, passando dal palazzo nobiliare ad una terra desolata, dove poi troviamo anche Ofelia. L’effetto finale, dunque, è quello di essere coinvolti all’interno della scena, come se fossimo tra gli attori sul palco.

Un’altra particolarità del film di Amleto riguarda proprio l’aspetto personaggio protagonista: per la prima volta, difatti, l’attore chiave della storia viene rappresentato più giovane. Sino ad oggi, difatti, Amleto era apparso come un uomo dall’aspetto maturo ed anche lo stesso Branagh, che all’epoca indossò i panni del principe, aveva un’aspetto troppo maturo nonostante anagraficamente fosse più giovane. Con l’attore Benedict Cumberbatch, invece, la regia è riuscita ad ottenere un giovane che, per la sua età, ouò calzare perfettamente il ruolo tra complessità e problematiche di vita.

Il cast del film con regia di Lyndsey Turner si compone di questi attori: Barry Aird, Eddie Arnold, Leo Bill, Sian Brooke, Nigel Carrington, Ruairi Conaghan, Benedict Cumberbatch, Rudi Dharmalingam, Colin Haigh, Paul Ham, Diveen Henry, Anastasia Hille, Ciarán Hinds, Kobna Holdbrook-Smith, Karl Johnson, Jim Norton, Amaka Okafo, Dan Parr, Jan Shepherd, Morag Siller, Matthew Steer, Sergo Vares e Dwane Walcott.