George Lucas vende la Lucasfilm alla Disney: Guerre Stellari-Episodio 7 nel 2015

59

Nei giorni scorsi una notizia epocale ha portato scompiglio tra i fans della Saga per eccellenza: quella di Guerre Stellari. La Disney ha acquistato da George Lucas tutta la Lucasfilm, compresa la Lucasarts e la Lucasbook, pagandola l’ astronomico cifrone di 4,1 miliardi di dollari. La Disney ha dato a George Lucas solo la metà dei soldi e il resto è stato pagato con azioni della Disney. George Lucas ha inoltre venduto col pacchetto completo anche tutti i dititti di merchandising. E non si parla solo di Guerre Stellari, ma anche della franchise di Indiana Jones, ad esempio.

Già nei primi giorni dalla notizia, specialmente sui social network (Facebook in testa), si sono succeduti messaggi e commenti di pessimismo, sul fatto che le storie delle saghe verranno snaturate, che “paperi e topi” faranno parodie, che Leila Organa e Padme Amidala diventeranno delle principessine Disney e via di questo passo. I fans sono in lutto: George Lucas si è ritirato dal mondo di Guerre Stellari, non ne avrà più il controllo, non sarà più responsabile delle storie e non avrà piu l’ ultima parola sulle creazioni dei film.

La pietra tombale è stata la notizia ufficiale che nel 2015 la Disney-Lucasfilm produrrà un nuovo film della saga di Guerre Stellari: Episodio 7, forse preludio a una nuova trilogia, stavolta ambientata (pare) dopo la Caduta dell’ Impero e la vittoria dell’ Alleanza Ribelle.

George Lucas ha commentato, forse stanco per le sue condizioni di salute (da anni soffre di diabete), di aver venduto perchè è giunta l’ora che altri filmaker portino avanti il percorso che lui ha creato e tracciato. Certo dispiacerà molto a tutti i fans, ma ci sono dei lati positivi in tutto ciò: la Disney, che già si è accaparrata la Pixar (una sua ex costola) e la Marvel, ha dimostrato di rispettare l’ individualità dei brand e di non mischiare personaggi di brand e universi differenti. Inoltre la presidente della Lucasfilm diverrà Kathleen Kennedy, vecchia conoscenza di George Lucas e collaboratrice da sempre sia di lui che di Spielberg, oltre che moglie di un altro produttore-regista del team: Frank Marshall. La notizia più succosa è che finalmente i parchi a tema Disney si riempiranno di attrazioni a tema Star Wars e i negozi ne venderanno il merchandising: una notizia positiva per i fans.

George Lucas poi non se ne andrà “a dormire sotto i ponti” (d’oro ovviamente, avendo 4 miliardi di dollari in più in tasca!), ma diventerà consulente creativo della nuova Lucasfilm-Disney. Forse quindi non tutto è perduto.
George Lucas
, sei la nostra unica speranza, aiutaci tu!

(Articolo a cura di: IL MiB)