I film di Michele Placido: dopo il film “Il Grande Sogno”, il film sul bandito Vallanzasca con Kim Rossi Stuart

70

i-film-di-michele-placido-dopo-il-film-il-grande-sogno-il-film-sul-bandito-vallanzasca-con-kim-rossi-stuartL’ attore e regista pugliese Michele Placido aspetta con fiducia la proiezione film “Il grande sogno” con Riccardo Scamarcio, in concorso al prossimo Festival del Cinema di Venezia il 9 Settembre 2009.
Intanto Michele Placido sta preparando un nuovo film da regista sul bandito Renato Vallanzasca con Kim Rossi Stuart protagonista. Le riprese del nuovo film su Vallanzasca inizieranno dal 18 Ottobre 2009, prima di un prestigioso impegno francese che vedrà Michele Placido dirigere a Parigi nella primavera del 2010 il poliziesco “Miserere”, tratto dal romanzo di Jean-Christophe Grangé, l’ autore de “I fiumi di porpora”.

IL FILM “IL GRANDE SOGNO” di Michele Placido: la rivoluzione del ’68 con Riccardo Scamarcio, Luca Argentero e Jasmine Trinca

Quella del ’68 è stata una generazione che è entrata in possesso di un altro linguaggio, ha iniziato a sognare un mondo migliore e in parte ha continuato a farlo. Il film “Il Grande Sogno” non è un film sulla memoria ma è piuttosto una storia piena di vita e di colore, ideata per ricordare senza tristezze come il ’68 abbia contribuito al cambiamento del mondo di oggi, nel bene e nel male.
La “rivoluzione” del ’68 però ha anche seminato discordia e tensioni: alcuni dei ragazzi che si sono formati in quegli anni prendono parte in seguito anche al terrorismo.
Il film “Il grande sogno” di Michele Placido racconta le vicende di tre giovani che partecipano in modi diversi all’ epocale rivoluzione ideale del 1968. Nicola (Riccardo Scamarcio), è un ventenne pugliese che arriva a Roma per fare il poliziotto, ma sogna di diventare attore e riesce ad iscriversi ai corsi dell’ Accademia di arte drammatica. Nel marzo del 1968, quando iniziano gli scontri tra gli studenti di Architettura e la polizia, Nicola viene infiltrato tra i giovani del Movimento da cui finisce col restare influenzato anche grazie all’ incontro con Laura (Jasmine Trinca).
Il personaggio di Laura è quello di una combattiva studentessa cattolica borghese di cui Nicola si innamora ricambiato. Nasce anche un’ amicizia con Libero (Luca Argentero), uno studente torinese impegnato a contestare i baroni universitari che si schiera a fianco degli operai e dei braccianti per difendere i loro diritti.

IL PROSSIMO FILM DI MICHELE PLACIDO SUL BANDITO VALLANZASCA CON KIM ROSSI STUART: il film “Il Fiore del Male”, un film sulla corruzione di Milano negli anni ’70

Secondo l’ attore e regista Michele Placido è una necessità etica continuare a raccontare nei film il nostro Paese, cercando di riflettere tra cronaca e Storia. Per il prossimo film sul bandito Renato Vallanzasca che terrorizzò Milano e dintorni negli anni ’70, Michele Placido parlerà anche del contesto milanese dell’ epoca con le prime eclatanti corruzioni pubbliche, il riciclaggio del denaro sporco dei sequestri di persona, i “colletti bianchi” e la letale commistione tra finanza “pulita” e finanza “sporca”.
Questo prossimo film di Michele Placido sul bandito Renato Vallanzasca vedrà Kim Rossi Stuart come protagonista.
Il percorso esistenziale del bandito Renato Vallanzasca è quello di una persona che dai 24 ai 34 anni ha “bruciato” la sua vita e poi da detenuto è scomparso nel nulla senza voler essere “personaggio” ad ogni costo. Nella sua vita privata, Vallanzasca ha avuto una storia d’ amore con la compagna Antonella; lo stesso Vallanzasca ha raccontato la sua vita nel suo libro intitolato “Il fiore del male” che darà il titolo anche al nuovo film di Michele Placido.

IL FILM “MISERERE”: il nuovo film thriller-poliziesco di Michele Placido per il 2010

Il film “Miserere” sarò girato in Francia nel 2010; si tratta di un thriller gotico ambientato nella Parigi di oggi.
Dopo “Romanzo criminale”, Michele Placido si prepara quindi a girare il nuovo film “Miserere”, un film dal budget notevole. Nella trama del film, saranno raccontate le indagini di due commissari di polizia (uno anziano, testardo ed acuto, l’ altro molto più giovane ed attivo nella Squadra protezione minori) su certi strani ed efferati delitti che avvengono in alcune chiese di Parigi, tutti accomunati in apparenza da vittime che hanno avuto a che fare col nazismo o con il regime fascista in Cile.