Il film “Diari”: un film italiano per adolescenti e fatto da adolescenti. Film al cinema dal 19 Giugno 2009

188

il-film-diari-un-film-italiano-per-adolescenti-e-fatto-da-adolescenti-film-al-cinema-dal-19-giugno-2009Il film “Diari” diretto dal giovane regista 37enne Attilio Azzola è un film sui giovani scritto e interpretato da giovani. “Diari” racconta le vicende sentimentali e di crescita di un gruppo di adolescenti di oggi. Il film “Diari” affronta il tema delle complesse dinamiche di relazione tra i figli e la figura paterna, e il non facile rapporto con le persone anziane, ma i temi sono trattati con la “leggerezza” del film-commedia.
“Diari” è il film d’esordio del regista milanese Attilio Azzola ed è una commedia spiritosa e poetica interpretata da bravi attori-dilettanti (attori non-professionisti).

Il film “Diari” uscirà al cinema dal 19 giugno 2009.

LA TRAMA DEL FILM “DIARI”

La trama del film di basa sul racconto delle vicende dei tre personaggi: gli adolescenti Leo ed Ali, e l’ anziano signore Michele. Le tre storie finiscono per intrecciarsi e per diventare una stessa unica storia. Nella prima storia di “Diari”, la sedicenne Leo (interpretata dall’ attrice Roisin Grieco) deve affrontare, dopo ben 10 anni di lontananza, il ritorno del padre, un attore di teatro che tiene un seminario a cui Leo decide di iscriversi in incognito per rivederlo.
Ali (interpretato dall’ attore Amine Slimane) è invece il protagonista della seconda storia del film “Diari”. Ali è un ragazzo extracomunitario perfettamente integrato in Italia e appassionato di manga. Attraverso Internet, Ali si nasconde dietro le vesti di un supereroe per riuscire ad agganciare la più bella della scuola.
Nella terza storia che unisce tutti i personaggi del film, Leo ed Ali si ritrovano insieme per accudire un anziano con una percezione del tempo alterata: il professore in pensione Michele (interpretato da Antonio Sommella) convinto che il suo antico amore sia ancora presente nella sua vita. È proprio grazie a questo anziano signore un pò svanito che Leo ed Ali riescono ad andare più a fondo nella scoperta di se stessi ricordando che non tutti i giovani vedono “albekiare tre metri sopra il cielo”.

IL FILM “DIARI” PER I GIOVANI E FATTO DAI GIOVANI: IL PROGETTO DEL FILM, LA SCELTA DEGLI ATTORI E IL COINVOLGIMENTO DEI GIOVANI

Il regista Attilio Azzola con questo film “Diari”, vincitore del Gran Prix Ecrans Juniors a Cannes, ha realizzato un film piuttosto inusuale nel panorama del cinema italiano. Il film “Diari” è infatti il risultato di un progetto che è nato in Lombardia e, nello specifico, in Brianza. Nel corso del primo semestre 2007 Attilio Azzola e l’ educatrice Maria Grazia Braghi hanno dato il via ad un’ esperienza formativa con adolescenti finalizzata alla stesura del soggetto del film e alla scelta sia dei personaggi di “Diari” sia degli “aiuti” nelle varie mansioni della troupe.
E’ nato così il film “Diari”, un film sui giovani che li vede al centro di tutto il processo. Gli attori scelti per il film sono ATTORI NON-PROFESSIONISTI e per questo decisamente più “veri” di altri loro coetanei già presenti e affermati sul grande schermo del cinema.
“Diari” vuole sfuggire agli stereotipi sugli adolescenti “bruciati” e, all’ opposto, “super-integrati” solitamente rappresentati al cinema. La trama del film “Diari” è un equilibrio tra narrazione-fiction e realtà.

IL TRAILER DEL FILM “DIARI”

(Regia: Attilio Azzola; Cast: Roisin Grieco, Amine Slimane, Antonio Sommella; film al cinema dal 19 Giugno 2009)