Il film “Il Sangue dei Vinti” con Michele Placido. Film in uscita al cinema dall’ 8 Maggio 2009

115

il-film-il-sangue-dei-vinti-con-michele-placido-film-in-uscita-al-cinema-dall-8-maggio-2009Il Sangue dei Vinti” del regista Michele Soavi con la partecipazione di Michele Placido, è un film tutto italiano che racconta lo scontro fra partigiani e repubblichini alla fine della Seconda Guerra Mondiale. La lotta politica di quegli anni è raccontata nel film “Il Sangue dei Vinti” attraverso la storia di una famiglia italiana lacerata dalle divisioni politiche: una famiglia con un figlio aggregato alle brigate partigiane e una figlia repubblichina. Il film “Il Sangue dei Vinti” è tratto dal libro di Giampaolo Pansa, un libro che ha suscitato molte polemiche, e anche la prima proiezione del film “Il Sangue dei Vinti” ha diviso il pubblico in sala.
Il regista Michele Soavi ha riscosso un grande successo con il film “Arrivederci amore, ciao”; ora Michele Soavi torna a parlare di storia italiana con questo nuovo film “Il Sangue dei Vinti” che parla dei valori della famiglia italiana della seconda guerra mondiale e dei legami di sangue divisi dalla guerra e dalla politica. Nella trama del film, due fratelli scelgono strade opposte: il partigiano comunista Ettore (interpretato dall’ attore Alessandro Preziosi) e la sorella repubblichina Lucia (Alina Nedelea). Il terzo fratello Francesco (Michele Placido) rappresenta invece un’ ipotetica terza via: né con i partigiani né con i fascisti ma solo con il proprio dovere. Francesco è infatti un commissario che vuole indagare sulla misteriosa morte della prostituta Anna-Costantina (interpretata dall’ attrice Barbara Bobulova).
Il film “Il Sangue dei Vinti” uscirà al cinema dall’ 8 Maggio 2009.

LE POLEMICHE DURANTE LA PRIMA PROIEZIONE DEL FILM “IL SANGUE DEI VINTI”


La prima proiezione del film “Il Sangue dei Vinti” (all’ Auditorium di Roma in sala Sinopoli in occasione del Festival internazionale del cinema di Roma dell’ ottobre scorso) ha già diviso il pubblico in sala con reazioni e commenti al di là di quello che ci si aspettava.
L’ aspetto politico del film “Il Sangue dei Vinti” è ancora caldo e sentito. Lo stesso Giampaolo Pansa, autore del libro da cui è stato tratto il film, ha così commentato le reazioni del pubblico: “Ringrazio le tantissime persone presenti, ho sentito la loro tensione, gli sono due volte grato, sia perchè hanno applaudito, sia perchè hanno avuto il coraggio di contestarlo“. Il film “Il Sangue dei Vinti” è un adattamento del libro di Giampaolo Pansa, trae solo ispirazione dal libro e di fatto risulta molto diverso. Michele Placido nel ruolo del fratello Francesco Dogliani rappresenta lo smarrimento di tanti italiani in quegli anni.
Lo stesso Michele Palcido in risposta al pubblico diviso in sala ha condannato la cultura dominante che non fa luce su verità dolorosissime dell’ Italia, che nei libri di storia non vengono raccontate.
Al Festival internazionale del cinema di Roma è intervenuto anche Savino Pezzotta, figlio di un deportato in campo di concentramento, che ha posto l’ accento del dibattito sulla colpa nell’ “impiantarsi del regime in Italia”, individuando nel fascismo e in casa Savoia i responsabili ultimi del clima d’ odio di quegli anni in Italia.
L’ intervento dell’ onorevole Gasparri ha invece suscitato le proteste del pubblico in sala. Secondo Gasparri “i politici dovrebbero entrare meno in questi dibattiti, e far ragionare piuttosto gli storici. Occorrerà Il sangue dei vinti 2! Va infatti raccontata tutta la parte che va dal 46 al 47, in cui si massacrò gente che non c’ entrava nulla, e va fatto anche se dà fastidio a qualcuno“.
Ma secondo Giampaolo Pansa “Il film che auspica Gasparri non sarà mai fatto. Almeno non credo che la Rai o qualche altro produttore faranno un film sulla guerra civile. I grandi organismi istituzionali sono infettati dalla pressione dei partiti. Comunque Spero che serva tutto, anche le tensioni di questa sera, a rompere il muro di idee vecchie e incrostate su quel che è accaduto in Italia in quegli anni“.
Ma visto il clima “da stadio” in sala nella serata dell’ ottobre romano del 2008, questo obiettivo sembra lontano. Sarà nuova polemica con l’ uscita al cinema del film “Il Sangue dei Vinti” dall’ 8 Maggio 2009 ? Oppure il film passerà in sordina?

LA TRAMA DEL FILM “IL SANGUE DEI VINTI”

Il funzionario di polizia Francesco Dogliani (Michele Placido) ricorda alcuni momenti della sua vita alla fine della seconda guerra mondiale quando lui e la sua famiglia si trovarono coinvolti nelle rivolte partigiane e le nuove istanze della Repubblica di Salò. Con il fratello Ettore (Alessandro Preziosi) nello schieramento partigiano e la sorella Lucia (Alina Nedelea) repubblichina, Francesco non prende parte alla guerra intestina e decide di concentrarsi sul caso di una prostituta uccisa e della sua bambina, unica testimone oculare, data in custodia alla sorella gemella della defunta. Sullo sfondo la storia d’ Italia alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

IL TRAILER DEL FILM “IL SANGUE DEI VINTI”

(Regia: Michele Soavi; Con: Michele Placido, Alessandro Preziosi, Alina Nedelea, Barbara Bobulova; film in uscita al cinema dall’ 8 Maggio 2009)