Il film italiano “Le Quattro Volte” di Michelangelo Frammartino al Festival del Cinema di Cannes 2010

54

Al Festival del Cinema di Cannes 2010 (che si terrà dal 12 al 23 Maggio 2010), oltre al film italiano La Nostra Vita di Daniele Luchetti (film in concorso a Cannes 2010) e il film-documentario Draquila-L’ Italia che Trema di Sabina Guzzanti (che sarà presentato a Cannes 2010 fuori concorso), la presenza italiana si arricchisce con il film Le Quattro Volte di Michelangelo Frammartino, film che è stato selezionato dalla Quinzaine des Réalisateurs.

IL FILM LE QUATTRO VOLTE: UN FILM-SAGGIO SULL’ ANIMA

Il film Le Quattro Volte si colloca fra documentario e finzione: è un documentario etnografico su alcune zone dell’ Appennino calabrese, ma è anche un saggio sull’ anima. La trama del film Le Quattro Volte racconta in 4 episodi la storia di 4 protagonisti: un vecchio pastore che vive i suoi ultimi giorni; la nascita e le prime settimane di vita di un capretto fino al primo pascolo; la vita di un abete nel corso delle stagioni; la trasformazione del vecchio abete in carbone attraverso il mestiere dei carbonai. La Calabria jonica è lo scenario del film Le Quattro Volte.

Le Quattro Volte
è un film-saggio sull’ anima: l’ anima è l’ invisibile, è il soffio che dà vita ai corpi. I pitagorici davano all’ anima la consistenza della polvere, ed è così che l’ anima viene rappresentata nel film Le Quattro Volte: in un mucchio di granelli raccolti dal pavimento di una chiesa che un vecchio calabrese ingerisce. A quel punto l’ anima prende sembianze umane, e quando l’ uomo esala gli ultimi respiri, l’ anima passa nel corpo di un capretto. Quando il capretto stanco si abbandona nella vegetazione, l’ anima trova una nuova dimora: un grosso abete bianco, e alla fine torna polvere, o meglio fuliggine, quando quell’ albero diventa carbone e viene bruciato in un camino.

Il film Le Quattro Volte di Michelangelo Frammartino è stato già premaito al TorinoFilmLab, il laboratorio collegato al Torino Film Festival che sostiene i talenti emergenti.
Il regista Michelangelo Frammartino, 41enne milanese, con il film Le Quattro Volte è alla sua seconda opera per il cinema, dopo il suo esordio con il film Il Dono (film girato in Calabria, terra d’ origine dei genitori del regista).