Il film “Nient’ altro che noi”: un film sul bullismo in uscita al cinema dal 17 Aprile 2009. (Trailer + Trama Film)

303

il-film-nient-altro-che-noi-un-film-sul-bullismo-in-uscita-al-cinema-dal-17-aprile-2009-trailer-trama-filmIl film “Nient’ altro che noi” del regista Angelo Antonucci è il primo film italiano che tratta il tema del bullismo nelle scuole, un tema di attualità messo in luce soprattutto nell’ untimo periodo. “Nient’ altro che noi” è infatti un film ispirato ad una storia vera: gli episodi di bullismo in cui vengono coinvolti soprattutto i giovanissimi sono purtroppo una realtà, e per il regista Angelo Antonucci non è stato difficile reperire ricerche, studi e cronache sulla tematica del bullismo nelle scuole.
Attraverso il diario del personaggio di Sara (interpretata nel film da Annica Rodolico), nel film “Nient’ altro che noi” vengono raccontati i ricordi e gli eventi di Sara e dei compagni di classe dell’ ultimo anno di liceo. Il diario di Sara è un blog su internet, come nella tendenza attuale degli adolescenti. Nella trama del film,
l’ ultimo arrivato viene subito preso di mira dal bullo della classe. Oltre a rappresentare i fenomeni di bullismo nelle scuole, il film “Nient’ altro che noi” mette in evidenza anche i difficili rapporti con i genitori ma non manca uno sguardo alla possibilità di arrivare ad una migliore comprensione reciproca tra genitori e figli.
Nel Cast del film “Nient’ altro che noi”, oltre a giovani attori scelti tra oltre 1600 studenti, sono presenti anche affermati attori come Philippe Leroy, Francesca Rettondini, Antonella Ponziani, Claudio Botosso (già interprete dei film “Mio fratello è figlio unico”, “I Liceali” e “Scrivilo sui muri”).

Il film “Nient’ altro che noi” uscirà al cinema dal 17 Aprile 2009.

IL FILM “NIENT’ ALTRO CHE NOI” PER IL DIBATTITO SUL BULLISMO
Il problema del bullismo nelle scuole è una tematica molto attuale che richiede attenzione e riflessione ad ogni livello sociale e scolastico. In Italia, senza distinzione tra nord e sud, gli episodi di violenza verbale e fisica nell’ ambito della scuola sono una realtà molto diffusa. L’ aumento costante di episodi di bullismo legati soprattutto al mondo della scuola porta alla necessità di un serio dibattito tra genitori, professori, alunni ed istituzioni per poter contrastare e prevenire il bullismo in ogni sua forma diretta e indiretta.
Il film “Nient’ altro che noi” affronta il tema del bullismo mettendo in risalto il rapporto tra genitori e figli, il disagio dei giovani, il rapporto alunni ed insegnanti. In questo senso, il film “Nient’ altro che noi” vuole essere uno spunto per la riflessione e il dibattito sul tema del bullismo.

Il film “Nient’ altro che noi” è stato presentato nella sezione “Teaser Preview” del Giffoni Film Festival 2008 ed ha il sostegno divulgativo di Agis Scuola e il patrocino dell’ ANPE (Associazione Nazionale dei Pedagogisti Italiani) inserita nell’ Osservatorio nazionale per l’ infanzia e l’ adolescenza (Ministero della solidarietà sociale).

LA TRAMA DEL FILM “NIENT’ ALTRO CHE NOI”
Il film racconta l’ anno scolastico di una classe all’ ultimo anno di liceo tra storie d’ amore, amicizia, problemi di scuola e rapporti difficili con i genitori. La trama del film è raccontata attraverso i flashback e i ricordi del blog-diario del personaggio di Sara (Annica Rodolico), amica di classe di Marco (interpretato da Andrea Lucente). Marco si trasferisce nella nuova scuola e viene preso di mira da Miki (interpretato da Gabriele Merlonghi): un ragazzo violento che si atteggia da bullo. Marco è un bravo studente e non ha problemi ad inserirsi e ambientarsi nella nuova scuola. Marco diventa presto molto amico di Sara (Annica Rodolico), Elisa (interpretata da Martina Menichini) e Federico (Daniel Bondi). Proprio per il carattere socievole di Marco e per la sua bravura a scuola, il “bullo” Miki inizia ad infastidirlo.
Miki ha un fratello più piccolo, un padre avvocato perso nel tunnel della droga e una madre organizzatrice di eventi. Marco vive con una madre sempre impegnata con il lavoro e una sorella perennemente assente. Marco riesce però a trovare un punto di riferimento importante nel suo maestro di violino che lo incoraggia e lo consiglia.
Di fatto i personaggi del “bullo” Miki e del bravo studente Marco, pur sembrando contrapposti e in contrasto, hanno in realtà molti punti in comune per quanto riguarda la loro situazione familiare a casa: entrambi vivono il disagio di una situazione fatta di mancanza di comunicazione con la propria famiglia. Marco però trova una via migliore per reagire alla situazione rispetto a Miki che invece sfoga tutto nella violenza a scuola.
Gli episodi di bullismo si fanno infatti sempre più frequenti e Miki aggredisce fisicamente Marco e tenta anche di violentare Elisa. La scuola intanto sembra non riuscire a trovare un modo efficace per contrastare i fenomeni di bullismo.
Finchè Marco e Miki si ritroveranno da soli in una situazione di estremo pericolo di vita.

IL TRAILER DEL FILM “NIENT’ ALTRO CHE NOI”
(Regia: Angelo Antonucci; in uscita al cinema dal 17 Aprile 2009)