La luce sugli Oceani Fassbender e Vikander sbarcano alla Mostra del Cinema

280

Attesi da una folla enorme di ragazzine che hanno occupato gli spazi antistanti il Teatro Michael Fassbender e Alica Vikander, sono giunti a Venezia per presentare il nuovo film La luce sugli oceani.

Il film di  Derek Cianfrance, è stato galeotto nella storia della coppia del momento, complice forse anche l’intensa storia d’amore che lega i due protagonisti del film Tom e Isabel, legati si da un sentimento profondo ma anche da un comune senso di perdita.

Tom Sherborune è un reduce della Prima Guerra Mondiale con negli occhi troppe atrocità e troppi dolori, che teme lo abbiano reso insensibile e diverso, per cui sceglie di isolarsi dal mondo andando a vivere su di un’isola sperduta come guardiano di un faro.

Prima di partire incontra Isabel, estroversa, sensibile, vitale, che lo colpisce così tanto da iniziare una corrispondenza sempre più fitta che li porta all’amore prima e al matrimonio poi; un matrimonio felice il loro, con una vita che scorre serena, ma nella quale si annida l’ombra del dramma.

Isabel purtroppo non riesce a divenire madre, va incontro a due aborti e rischia di precipitare in un tunnel di depressione senza fine, dal quale sembra risollevarsi quando il mare in tempesta spinge sull’isola una barca con il cadavere di un uomo e una neonata.

Tom e Isabel si scontrano, lei vorrebbe tenere la bimba come sua in gran segreto, lui è contrario ma accetta per amore della moglie, e la vita può riprendere a scorrere serena fino all’incontro con il destino, la madre biologica di Lucy, questo è il nome della bimba, interpretata da Rachel Weisz.

La luce sugli oceani è un film incentrato sul tema della perdita, che all’inizio parte in maniera sommessa, per poi esplodere con immane potenza fino a diventare troppo ingombrante, il film purtroppo perde moltissimo perché pecca di lentezza.

Nonostante i panorami stupendi e la scena della tempesta, che tiene con il fiato sospeso, la narrazione a tratti è molto faticosa e neanche la strepitosa interpretazione di Alicia Vikander riesce ad aiutarla, poco o nulla aiutata dai coprotagonisti, che sembrano non aver dato spessore e carattere a sufficienza ai loro personaggi.