New York Academy la sfida di due giovani all’inseguimento di un sogno

254

Distribuito nelle sale in un periodo decisamente poco felice, le stagione estiva si sa è molto poco adatta alle nuove uscite e il 18 Agosto lo è ancor meno, New York Academy ha riscosso un relativo successo di botteghino, piazzandosi per due settimane nei primi posti e incassando quasi 700.000 euro, finendo in coda solo con le uscite degli attesissimi Ice Age e Suicide Squad, che hanno avuto un lancio neanche paragonabile.

La storia è semplice, basata su temi che il cinema ha già utilizzato, tanto per citare un esempio, in Save the last Dance  del 2001 , dove Julia Styles,  protagonista della pellicola diretta da Thomas Carter, allieva ballerina in una scuola di danza incontrava un mondo completamente nuovo e scopriva nuovi modi di ballare e perfino l’amore attraverso un ragazzo diametralmente opposto a lei

Ecco, il filone è quello, la protagonista è una  studentessa al Manhattan Conservatory of the Arts, ed i suoi orizzonti si amplieranno quando conoscerà un talentuoso e giovane violinista, che però per mantenersi suona nelle stazioni della Metropolitana.

Definito da alcuni il classico film per teenager, la pellicola non  ha assolutamente uno scontato lieto fine, ma è al medesimo tempo un piacevole modo per passare un paio di ore al cinema, magari nelle calde serate estive.

Di sicuro interesse sono la danza e le musiche del film diretto da Michael Damian,  che ne ha curato anche sceneggiatura e montaggio, veloci,  incalzanti e coinvolgenti, quando trattano hip hop, riuscendo a trascinare lo spettatore nella storia e ad appassionarsi alle sorti dei giovani protagonisti.

Nel cast volti nuovi con  protagonisti Keenan Kampa e Nicholas Galitzine già visto in The Beat Beneath My Feet di cui ha cantato anche la colonna sonora, mentre la parte della burbera professoressa del conservatorio è affidata al volto noto del cinema e della TV Jane Seymour.