Recensione film Transformers 3‏: nel terzo film della saga è tutto un dejà-vù con buchi di sceneggiatura

124
LA SAGA TRASFORMERS: CON IL TERZO FILM è TUTTO UN DEJA-VU

Il mio giudizio sul film Transformers 3 è purtroppo negativo: non ci siamo proprio, siamo totalmente fuori controllo ormai, ed è un peccato. Un peccato perchè Michael Bay come regista mi è sempre piaciuto moltissimo.

Peccato perchè:
– Il primo film Transfomer
era cominciato davvero molto bene, in maniera estremamente promettente: notevoli gag comiche e ottima trama, a tratti anche impressionanti (la scena iniziale dell’ elicottero che arriva a Camp Doha in Qatar e si trasforma è davvero impressionante, come anche l’ attacco del piccolo roboto bidimensionale dentro l’ Airforce One). Belle battaglie, non troppe auto, tutte facilmente distinguibili (stupenda Barricade, la Muystang dela polizia) e la presenza del Settore 7 rende tutto ancora più accattivante (elemento purtoppo tolto in Transformers 2 e nel 3, peccato). Musica comunque fantastica, potente, seria. Insomma, il primo Transformers era un film, con tutti i “crismi” per piacere a tutti gli amanti del genere, sia a chi voleva ridere e divertirsi, sia a chi voleva impressionarsi.

– Il secondo Transformers (il film Transformers 2-La vedetta del Caduto) ha chiaramente dei difettucci, sembra fuori controllo, ci sono nuovi Transformers apparsi dal nulla, la trama del film “langue” (da dove esce fuori questo Caduto-The Fallen e che cosa vuole ? Che significato ha nella storia ?), sceneggiatura sempre più incastrata, scene sempre più caotiche e sempre meno gag comiche. Però, alla fine, si lasciava guardare anch’ esso. Almeno i “siparietti” tra Megan Fox e il robottino “allupato” facevano un pò ridere. Poi c’ era l’ impressionante scena della boonda che si trasforma in una “robotta” crudelissima (scena impressionante comuqnue, seppur “risibile scientificamente”). Insomma, il film Transformers 2 era ancora guardabile, anche se la qualità era molto scaduta.

– Con Transformers 3 non ci siamo proprio. Costato meno del primo Transformers e addirittura la metà del secondo, il film Transformers 3 dura davvero troppo: ben 157 minuti di “noia abissale” (troppo lungo davvero !) e di delusione potente. Però il film comincia bene, la prima ora è davvero notevole, sebbene i il primo quarto d’ ora ci sono scene prese da Apollo 13, da documentari della NASA (li ho tutti !) e da immagini di repertorio sgranate ad arte. Zero gag, i genitori che non si capisce perchè vivano nel camper più costoso del mondo, la seconda parte del film che diventa una specie di Battle Los Angeles altamente incasinata, ottimi caratteristi comici che appaiono e scompaiono in un attimo (peccato per l’ ottimo Ken Jeong), situazioni promettenti ma poi dimenticate (tutta la storia attorno a Chernobyl). Ma poi ci sono delle “cavolate assurde”, come il “chiamare” il pianeta Cybertron vicino alla Terra con dei pilastri magici, tra l’ altro nella stessa maniera in cui si presenta la nave romulana di Nero in Star Trek di J.J. Abrams. Eh si, il terzo Transformers è una imbarazzante “fiera del deja-vù”, ha tutto di già visto. Le scene di invasione di Chicago quasi uguale a Falling Skies (anch’esso prodotto da Spielberg), i hunter-kiler uguali a Terminator Salvation che uccidono proprio come gli alieni di La Guerra Dei Mondi (anch’ esso di Spielberg), uno dei cattivi perfettamente uguale al Predator: era un Chevy Suburban nero (tipo quello dei federali), dura comunque pochi attimi e viene subito ridotto a ferraglia sanguinante (sanguinante ??!). Persino la musica del film Trasformers 3 non è un granchè, coi Linkin Park ridotti da gruppo new metal (che mi piaceva) a fare ballate struggenti che nulla hanno a che fare con la loro discografia ! Roba da James Blunt ! Male, male malissimo ! E poi basta con questi “pistolotti” finali di Optimus Prime sempre a chiudere il film (anche engli altri due Transformers era così): sono davvero imbarazzanti, pomposi, inutilmente patriottici e davvero di pessimo gusto, con tutto questo monologo-conferenza finale a chiudere il film.

I “BUCHI” DI SCENEGGIATURA DEL FILM TRASFORMERS 3

La trama del film Transformers 3 mi sembra esattamente ciò che farebbero dei “bambini” mentre giocano coi pupazzetti: “Dai, ora facciamo che io chiamo il pianeta Cybertron, e poi facciamo che io prendo le bic di papà e quelli sono i pilastri magici… poi facciamo che arriva la macchina e spacca tutto… e poi facciamo che…”. La sceneggiatura del film Transformers 3 salta di “palo in frasca” come nei bei B-movie italiani degli anni ’70 ! Buchi di sceneggiatura orrendi: la morte di Dempsey è insulsa e appena accenata (e il personaggio era importante !), la scena della caduta libera è troppo lunga e pure ripetuta più avanti nel film, e il concetto che dei giganteschi “robottoni indistruttibili” abbiano bisogno di schiavi per ricostruire un pianeta (e che dei terrestri cattivi lo aiutino pure !) è una cavolata più grande di qualsiasi altra ! John Malkovich che fa un personaggio che non si sa perchè lo abbiano scritto: bastava fonderlo con quello di Ken Jeong e avrebbero avuto una migliore perfomance di un attore solo azichè una troppo fugace apparizione di due bravi attori.

Altro “bucone” di sceneggiatura del film Transfomer 3: i “cattivi” chiamano i rinforzi dalla luna e questi arrivano sulla terra con una specie di teletrasporto (ma da così vicino vi serve il teletrasporto ??). Inoltre la scena poco prima dell’ attacco a Chicago sembra pesantemente tagliata: si parla di conquistare il mondo, un secondo di schermo nero, appaiono astronavi in cielo (come in V-Visitors, Independence Day e District-9), poi altri due secondi di nero, poi improvisamente Chicago è gia distrutta già da un pezzo e gli hunter-killer “terminatoriani” danno la caccia ai pochi umani rimasti. Bho ?!

Il film Transfomer 3 è troppo lungo sicuramente e troppo pieno di scene già viste. Nulla è davvero originale, persino il palazzo inclinato è copiato da Cloverfield. Ci sono pochissime “chicche” carine nel film, come il piccolo autobot che, guardando in tv un episodio di Star Trek dice: “Ah si, questo episodio l’ ho gia visto: è dove Spock impazzisce…” e infatti chi è che doppia il cattivo-forse-buono (o viceversa) Sentinel Prime ? E’ Leonard Nimoy, davvero impazzito se davero ha accettato questo ! Altra chicca notevole è far vedere in finti flash-back un attore che impersona Buzz Aldrin (all’ epoca della conquista della luna) e poi, ai giorno nostri, far vedere il vero Buzz Aldrin, nella parte di se stesso, raccontare cosa sia successo lassù, con i “robottoni” sulla Luna (momento davvero emozionante).

Una curiosità, che certo non farà onore al film Transfomer 3: in alcune scene durante l’ inseguimento in autostrada (e nei film di Michael Bay c’è sempre un inseguimento in autostrada) si vede una grossa station wagon grigia scura di fianco a un furgone blindato. Questa station wagon viene colpita da un “robottone”, viene distrutta e si “cappotta” varie volte: la scena è stata presa pari pari dal film The Island, anch’ esso del regista Michael Bay (in pratica hanno preso la stessa scena e hanno aggiunto in preproduzione il “robottone”: stessa scena riciclata. Male !).

Una domanda: ma perchè i Decepticon sono tutti “superfighi” caccia, carri armati, condor, superarmi, astronavi ecc ecc… e invece gli Autobot sono solo auto da “tamarri”?

A questo punto spero proprio che il capitolo Transformers sia chiuso per sempre e che Micheal Bay torni a fare i suoi soliti film. Will Smith ad esempio ha dichiarato che non aspetta altro che Micheal Bay si “svegli” e lo chiami per fare un eventuale Bad Boys 3, che ci manca molto, perchè coi Transformers ci ha proprio definitavamente stancato ! (Perlomeno a noi amanti del genere fantascianza !)

Sinceramente amo davvero molto la filmografia di Micheal Bay (persino i suoi spot pubblicitari che ho visto tutti), è davvero bravo e ci sa fare, non è iperrealista come l’ altro Micheal (Mann), ma gli piace esagerare, raccontare per iperbole, gli piace l’ America, è patriottico (è forse un male ?), sa rendere emozionante scene che, raccontate a voce, sembrano non dare abbastanza. Poi però, con sta troilogia Transformers (il 2 ma soprattutto il 3, perchè il primo Transformers era ancora accettabile e nelle sue corde) ha davvero rotto ! Non va piu bene e se continuerà su questa strada dei “robottoni” (pare volessero farne 9 di film per la saga Transformers !) la sua carriera andrà sicuramente in discesa…

(Recensione a cura di The MIB)