Recensione film “Una Notte da Leoni 3” (2013): l’ ultima avventura del Branco

179

Il film Una Notte da Leoni 3 è uscito al cinema in Italia il 30 Maggio 2013 ed è il terzo capitolo della saga comica di successo, capitolo che chiude le vicende del famigerato Wolfpack (“Il Branco”).

Questa volta i tre sgangherati membri del Branco, ovvero Alan, Stu e Phil (Zach Galifianakis, Ed Helms e Bradley Cooper), devono vedersela con il violento Marshall (John Goodman): un malavitoso a cui l’ormai incarcerato Leslie Chow (Ken Jeong) ha rubato 21 milioni di dollari in lingotti d’oro. Toccherà proprio al trio di amici ritrovare il boss cinese, altrimenti il loro amico Doug (Justin Bartha) verrà ucciso da Marshall.


“Una Notte da Leoni” è stata una saga partita con pochissime pretese, ma è riuscita a riscuotere un successo mondiale senza precedenti ed ha portato una ventata d’aria fresca nel panorama della commedia statunitense.
Dopo un primo capitolo scoppiettante, il film Una Notte da Leoni uscito al cinema in Italia nel 2009, è seguito un secondo capitolo in stile “copia carbone” ma comunque molto divertente: il film Una Notte da Leoni 2, arrivato al cinema in Italia nel 2011.
Avevo così iniziato a pensare che questo terzo capitolo “Una Notte da Leoni 3” potesse essere (come in molte trilogie) il capitolo più fiacco, dove di solito si cade nella monotonia e negli errori di sceneggiatura più grossolani. Ma poco a poco, attraverso i vari trailer, spot e poster, mi sono convinto che potesse essere qualcosa di differente, un degno finale per una trilogia spassosa, e quando finalmente mi sono seduto sulla poltrona del cinema avevo forti sensazioni positive.


Sensazioni positive che non sono state disilluse! Il film “Una Notte da Leoni 3” è la degna conclusione della trilogia, pur cambiando in parte il contesto: non ci troviamo infatti di fronte ad un post-sbronza da Giunness, ma il film è una “missione di salvataggio” con delle scene che ricordano i film action contemporanei. A tratti c’è anche qualche momento di serietà, di cui Alan è il portatore, rendendo quindi questi momenti “drammatici al quadrato” (ho rischiato le lacrime dalla commozione!). Ma anche la comicità ha una parte preponderante in tutto il film “Una Notte da Leoni 3”, infatti oltre al Branco c’è il ritorno del dissacrante boss malavitoso Leslie Chow, interpretato da Ken Jeong, che coinvolge i tre protagonisti in una caccia all’uomo esilarante, ricca di quella comicità che ha reso famosa la saga diretta da Todd Philips.

Le prove d’ attore fornite da Bradley Cooper, Ed Helms e Zach Galifianakis nel film “Una Notte da Leoni 3” sono confermate come le più divertenti del panorama comico statunitense, forse un pò stucchevoli perché riportano sullo schermo gli stessi personaggi per la terza volta, ma tutto sommato godibili.

Per quanto riguarda le new entry, nel film “Una Notte da Leoni 3” troviamo John Goodman nei panni del sadico malavitoso Marshall, a cui Mr.Chow ha rubato diversi milioni di dollari. Marshall è un villain abbastanza ordinario per una commedia, niente di innovativo o fuori dagli schemi: è un villain (il cattivo di turno!) fatto con lo stampo, ma che comunque è funzionale alla trama ed è un ingranaggio che non intoppa il ritmo del film.

Grande sorpresa invece per Melissa McCarthy, che interpreta la burbera proprietaria di un banco dei pegni a Las Vegas, le cui scene in coppia con Alan risultano essere le più surreali ma anche le più dolci: per ognuno nel mondo c’è l’anima gemella!

Un plauso speciale va fatto alla piccola scena durante i titoli di coda, una sorta di piccolo “contentino” per chi durante la visione del film “Una Notte da Leoni 3” ha avuto nostalgia di quel clima da post-sbronza che aleggiava nella trama dei primi due capitoli. Quella dei titoli di coda è una scena che da sola vale il prezzo del biglietto per l’esilarante accozzaglia di oggetti e situazioni che inducono lo spettatore a pensare: “ma che diavolo hanno fatto la sera prima?!”

In conclusione il film “Una Notte da Leoni 3” è un’ottima commedia che conclude degnamente la trilogia iniziata nel 2009 dal regista Todd Philips, non raggiunge le vette del primo capitolo ma di sicuro ha mescolato le carte rispetto al secondo film, che (come detto) era una “copia carbone” del primo. Forse, alla fine dei conti, non è detto neanche che “Una Notte da Leoni 3” sia l’ultima avventura del Branco!

(Articolo a cura di: Doc Hollywood)