Sausage Party, il primo grande film di animazione vietato ai minori.

481

Irriverente, spinto, diverso dal solito, fuori da qualsiasi schema del cartone animato a cui siamo abituati, Sausage Party è il primo prodotto di animazione americana in computer grafica vietato ai minori.

Guardando un capolavoro d’animazione Disney siamo spesso portati ad emozionarci, con un cartone animato firmato Dreamworks può scapparci un sorriso che ci fa risultare il film divertente, ma si tratta sempre e comunque di pellicole per famiglie in cui non c’è la possibilità di sbilanciarsi in determinati sensi.

L’obiettivo di Sausage Party è proprio quello di parodiare e schernire i colossal che ci vengono offerti dalle grandi case di produzione cinematografica specializzate in CGI, è c’è da dire che la casa che si è occupata del film in questione, Sony Pictures Entertainment, ci è riuscita davvero bene.

Tra gli sviluppatori del soggetto c’è Seth Rogen, re della commedia Manchild americana, presente in film comici come “22 Jump Street”, “Anchorman” e “Strafumati” insomma una vera e propria icona della comicità, egli ha creduto molto nel progetto ricoprendo vari ruoli tra cui doppiatore del protagonista, Frank.

Per quanto riguarda il doppiaggio, la pellicola può vantare i nomi di alcune delle più brillanti stelle di Hollywood, tra cui Edward Norton, Salma Hayek e James Franco, peccato che quando il film verrà portato in Italia non potremo godere di queste voci.

Come abbiamo anticipato il protagonista è Frank, una salsiccia che abita tra gli scaffali di un supermercato, egli non vede l’ora di essere acquistato ma una volta che questo accadrà si pentirà amaramente di aver tanto sperato di arrivare a casa di qualcuno; la sua amara rivelazione sarà scoprire la fine che fa il cibo, a questo punto il suo unico obiettivo sarà quello di salvare i suoi amici che ancora vivono in negozio.

Il primo trailer di Sausage Party è stato diffuso sul canale Youtube della casa di produzione il 14 marzo di quest’anno ed è stato distribuito nelle sale statunitensi il 12 agosto, in Italia la pellicola deve ancora arrivare, ma speriamo che il doppiaggio venga fatto in fretta così da offrirci una valida alternativa all’animazione classica.