X-Men Apocalisse

1822

E’ stato uno dei successi di questa stagione cinematografica, X-Men Apocalisse, nuovo capitolo della saga, con quasi due milioni di euro incassati nel primo fine settimana di programmazione in Italia e 6 milioni in totale.

Il Professor X torna con la sua scuola di giovani dotati, e cercherà con il loro aiuto di sconfiggere un nuovo primo mutante, risvegliatosi  dal suo sonno millenario per dominare il mondo.

Come ogni cattivo di tutto rispetto Apocalisse, è questo il suo nome, si circonda di seguaci fra cui Magneto, che ha tentato di rifarsi una vita ma che è di nuovo incappato nella violenza e nel dolore.

Nel cast compaiono volti nuovi e vecchie conferme, Bestia, Mystica, Wolverine, Jane Grey, giovane e alle prese con il suo enorme potere, e Scott/Ciclope che fa il suo ingresso nella scuola.

Il film prende inizio dalla relativa pace nel quale il mondo si trova dopo il salvataggio da parte dei mutanti , Mystica in testa, del Presidente degli Stati Uniti, ma ben presto si rianima in un susseguirsi di colpi di scena e in attesa dello scontro fra Apocalisse e i suoi seguaci, e gli X-Men, capitanati da una Mystica di nuovo al centro dell’azione.

La confezione preparata dall’esperto Bryan Singer non è deludente, compito non facile visto che alcuni capitoli della saga sono stati davvero coinvolgenti e toccanti, ma sicuramente non raggiunge, la potenza di “Conflitto Finale” o ” Giorni di un futuro passato”.

L’impressione generale è che ci siano troppi supereroi  perché la storia risulti scorrevole e accattivante, nessun argomento viene sviluppato, ma sono solo tutti accennati, e al termine si rischia di perdere il focus su quello che è il “core” della storia e cioè lo scontro finale che risulta molto meno avvincente del resto del film.

Da quel che si intuisce però, il regista ha lasciato diverse porte aperte, per poter spaziare in più direzioni, quindi i prossimi capitoli saranno sicuramente una sorpresa, cosa quasi dovuta per una serie che ha bisogno più che mai di suscitare un rinnovato interesse.